15 luglio 2009

Seun Anikulapo Kuti a Roma

Ebbene si, il concerto c'è stato e ci siamo andati con tutta la famiglia allargata di TP Africa. Il concerto è stato all'altezza delle aspettative. Una macchina musicale di 15 elementi per la quale era impossibile rimanere fermi. Entusiasmo e voglia di comunicare giocando credo che bastino per rendere grande la serata. Altro è difficile da sintetizzare. Dispiace solo per chi non c'era. L'entusiasmo e la voglia di sorridere si è trasportata anche dietro le quinte dopo il concerto e le pacche sulle spalle si sono sprecate. Di seguito un po' di immaginette della serata tanto per rendere l'idea.






In ultimo le due tavole che trovate sul Mucchio di questo mese, il mio bigliettone da visita per Seun.



7 commenti:

Anonimo ha detto...

...Concerto veramente bello...pieno e denso...
band veramente strepitosa...piccolo baritonista col barisax argento uscito veramente dalla "botte buona"...

Le coriste, e la loro "danza culofila" sarà difficile dimenticarle...

L'idea e la definizione di famiglia allargata mi piace moltissimo caro Ribiking...mi fa venire in mente Daniel Pennac l'arrondissement di Belleville,e i Malausséne...peccato per "Bomba"...mancava solo lui!

Le tue strisce poi...mi emozionamo sempre!

Sono certo che sono piaciute anche a Seun...

...Non vedo l'ora di vedere le copertine dei dischi della "Wallai" e tutto il progetto grafico di Tout Puissant Africa...

Ti voglio bene Maurizio Ribichini...

col cuore
Costantino Spineti

ReeBee ha detto...

Pispante!
Te possino che si fanno così le dichiarazioni d'amor, in diretta blog?
Caffè pagato...

P.S.
anch'io ti voglio bene Pispante amico

borguez ha detto...

caro Maurizio,
mi sia concesso un commento giovanilistico che poco mi si addice, ma che riassume in sole tre lettere assai dell'entusiasmo che provo nel vedere queste foto e nell'immaginare il resto...

WOW!

già... wow!

caro Costantino,
oltre a Bomba mancavo anch'io, ma tant'è, a noi randagi e bastardi può capitare questo e ben altro!

ma vi voglio anch'io, lo stesso!

arf... arf... (scodinzolando)

borguez ha detto...

vi voglio bene, s'intende...

Anonimo ha detto...

...fratello borguez, fratello romagnolo con la "essegrassa"...inutile dirti che la tua assenza di lunedì aveva una giustificazione geografica...ma la "fratellanza" non conosce confini geografici...perchè non ne ha!

La fratellanza fa battere i cuori in maniera sincrona, sfidando e battendo tutte e tre le unità aristoteliche...tempo, luogo e azione...la fratellanza genera energia, anzi sinergia...
E ricordati che le porte di "Greenfield" sono sempre aperte per te...un abbraccio...Fratello mio!
Costantino

ReeBee ha detto...

UAU!
dico io... che rimango plaudente a cotanta fratellanza...

Bomba in cuor suo ringrazia e scodinzola anch'essa in sincrono... sbagliando quasi mai il tempo.

un abbraccio bros

Manuel De Carli ha detto...

Managia!!!!!

Peccato davvero non esserci stato! Dalle tue frasi e dalle foto sembra stato un concerto ad alta energia. Come i Kuti sanno fare d'altronde (d'altre onde).

Come si dice in questi casi? Alla prossima!

Baciabbracci pispanti!

Manuel dc