26 maggio 2008

Come è stato?

Scusate il gioco di parole ma serviva per tornare alle cose belle.
Il concerto di Toumani è stato fantastico e mi sento felice di esserne stato testimone e complice.
La gente è andata via un po' infreddolita dall'umidità ma estasiata da i suoni. Toumani è una persona dolcissima di quelle che ti fanno sentire subito a tuo agio. Ed io sono felice d'aver conosciuto il Mozart dei nostri tempi.
À la prochaine, Toumani.



Quello che vedete e sentite è il sound check, il resto rimane inciso nei neuroni.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

sono molto dispiaciuto di non essere presente, ma allo stesso tempo molto felice per te/voi che hai/avete assistito ad uno spettacolo unico e irripetibile.
a.
PS aspetto "notzie" più dettagliate

jazzfromitaly ha detto...

Toumani...

anche per me non è stato solo un concerto,
è stato un viaggio alla scoperta dei sentimenti nascosti, accompagnato da una dolce poesia, una grande lezione musicale raccontata nel modo più profondo ed umile che abbia mai ascoltato, un felice ritorno alla Madre terra di cui mi sento figlio e, sopràttutto un momento per ascoltare i miei pensieri.

Non ho potuto fare a meno di parlarne anche da me.

À la prochaine...

Anonimo ha detto...

Bellissimo...due ore di emozioni fortissime.... GRAZIE

baci,
L

marcocorona ha detto...

ma...è verde!

marcocorona ha detto...

comunque la lattuga suona divina

Luc ha detto...

ma era al castello di sermoneta ?

ReeBee ha detto...

Si Luc, era a Sermoneta castello Caetani.

Marcuzzo hai sentito il Lattuga, grande eh?...
Ma stai già romano o stai franato su nel nord-ovest?

JazzFrom, ho letto e son contento d'averti coinvolto.
À la prochaine, certo.

Luc ha detto...

quest'anno non sono riuscito ad andare una volta una a sermoneta per il maggio. io sto a latina e quindi è un passo. è che ero fuori quel giorno, che valeva proprio andarci. e poi nel cortile del castello i concerti sono bellissimi. alla prossima ...

amalteo ha detto...

illuminante:
un mozart dei nostri giorni.
fantasia, regole formali, improvvisazione dentro l'armonia, armonia minimalmente spostata i spazi laterali.
un concerto di toumani diabatè è una esperienza estetica che si incide nella memoria